Spiritualità

Sotto il Monte Giovanni XXIII

Il paese è noto per aver dato i natali a Angelo Giuseppe Roncalli, diventato papa nel 1958 con il nome di Giovanni XXIII.

Qui è possibile visitare la casa natale dove Roncalli nasce nel 1881. Si tratta di una tipica cascina con un grande porticato.

Non lontana si trova la chiesa di Santa Maria in Brusicco dove Roncalli viene battezzato e officia la sua prima messa.

Il Museo Ca’ Maitino presenta numerosi oggetti appartenuti al pontefice. Inoltre è stato traferito qui il mobilio della cappella privata usata in Vaticano per lunghi anni.

www.iatsottoilmonte.it

Santuario della divinità Maternità e convento dei Carmelitani Scalzi - Concesa

A Concesa si trova il Santuario della divinità Maternità e il convento dei Carmelitani Scalzi.

Il primo è origine di una leggenda che racconta di come la Madonna si sia manifestata tramite un quadro. Il convento ha avuto numerose traversie, ma ancora oggi è la casa del noviziato della provincia e sede di incontri e conferenze su temi biblici-spirituali.

www.santuariodivinamaternita.com

Santuario di Santa Maria della Rocchetta - Porto d’Adda

Al termine di una lunga scalinata si trova una chiesa costruita a fine del XIV secolo.

Oggi è luogo di piacevole ritrovo non solo di pellegrini, ma di turisti e amanti dell’arte e della natura.

Monastero di S. Maria del Lavello – Calolziocorte

Poco a valle di Lecco, sulla riva sinistra del fiume Adda, ai margini della Valle San Martino, sorge il vecchio convento dei Servi di Maria con la chiesa della Vergine del Lavello.

Qui un tempo la rapida corrente rallentava la sua corsa, consentendo di passare a guado da una sponda all’altra. A difesa di quel passaggio, verso l’anno mille, era stato posto un castello.

Accanto al castello sorgeva la chiesetta di San Simpliciano poi di Santa Maria. Sul finire del sedicesimo secolo la navata venne ingrandita realizzando due presbiteri gemelli.

www.monasterodellavello.it

San Michele de’ Verghi - Calusco d’Adda

La chiesa di San Michele di Verghi viene fondata oltre un millennio fa nelle vicinanze del fiume Adda, in prossimità di alcuni corni di roccia, e demolita nell’ottobre 1575. Ancora oggi restano le fondamenta della piccola chiesa absidata e alcune tracce di murature degli edifici del monastero.